Forum caffé

 
 
Immagine Paola Lerza
DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - domenica, 26 febbraio 2017, 13:29
 

Apro questo filo per tenere conto, come al solito, di una mia esperienza didattica.

Qualche tempo fa avevo aderito come animatore digitale a un progetto Erasmus+ del MIUR e l'USR Liguria si è aggiudicata un progetto.

Questo significa che con altri 6 colleghi delle province liguri trascorrerò a fine marzo una settimana a Dresda, in Germania, per un'attività di jobshadowing, "lavoro-ombra" sorridente per vedere come lavorano all'estero e diffondere buone pratiche qui in Italia. Credo che sarà una bella esperienza, e a quasi 60 anni non me l'aspettavo! grande sorriso

Vi terrò aggiornati su tutto il periodo come sempre! sorridente... magari poi farò molto shadowing e poco job grande sorriso ma cercherò di fare del mio meglio perchè la cosa sia davvero fruttuosa.

 
Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - giovedì, 30 marzo 2017, 23:01
 

Massì... in fondo l'insegnamento in sè credo sia meglio in Italia, anche se oggi ad esempio, in un Gymnasium, che sarebbe il nostro liceo, ho assistito a una lezione su Guethe (in tedesco... argh...) che non era niente male. Un'ora e mezza, 2 moduli da 45' l'uno. 25 alunni, più o meno come da noi, mentre nelle altre scuole che ho visto c'erano classi da 8, da 11, da 12 e al max da 15 ragazzi... che pacchia!

In ogni caso la prof spiegava pochino, faceva leggere agli studenti dei pezzi del ìFaust e glieli faceva commentare oralmente, incoraggiandoli e guidandoli un po', alternando la lettura con pezzetti di video del faust recitato a teatro. Ogni tanto sctiveva alla lavagna qualche concetto chiave, ma non si sgolava a blaterare dal pulpito come facciamo noi. Gli studenti deguivano in silenzio, partecipavano, ma prendevano pochissimi appunti..

I colleghi tedesci sono stati gentili, ma non un fior di simpatia, e nel pomeriggio, a parte il primo giorno, ci hanno sempre lasciati al nostro destino, per cui ci siamo visitati Dresda e musei da soli. Speravo sinceramente di interagire un po' di più, se non altro di parlare un po' in inglese... ma ho tristemente realizzato che, a meno che non si tratti di insegnanti di lingua, il mio inglese è meglio del loro e quindi non avevo gran che da imparare. Anzi... mi è riaffiorato quel po' di tedesco che avevo studiato da giovane, e questo non mi piace perchè ne viene fuori una mescolanza penosa che spesso occorre usare con le persone che non parlano inglese, e sono molte più di quelle che mi sarei aspettata di trovare.

Domani gita fuori città con il nostro tutor e rientro a casa in serata... sarà un po' frenetico, speriamo di non perdere il volo!

avatar
Re: DRESDEN, Deutschland
di lucia maria izzo - giovedì, 30 marzo 2017, 13:12
 

Deduco che ci lamentiamo tanto della scuola italiana, ma, mi sembra, che sia indubbiamente migliore della tedesca. Lasciateci almeno questo "la cultura". grande sorriso

Immagine Filomena Moccaldi
Re: DRESDEN, Deutschland
di Filomena Moccaldi - mercoledì, 29 marzo 2017, 23:45
 

Grazie Paola!

Voler condividere con noi questa esperienza interessantissima ci riempie di gioia.

 

Immagine Lucia Bartoli
Re: DRESDEN, Deutschland
di Lucia Bartoli - mercoledì, 29 marzo 2017, 21:17
 

grande sorrisogrande sorriso

tutto molto interessante.

Grazie Paola

Immagine maria concetta pasquale
Re: DRESDEN, Deutschland
di maria concetta pasquale - mercoledì, 29 marzo 2017, 17:01
 

Tutto interessante...Grazie per la condivisione. grande sorriso

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 29 marzo 2017, 14:27
 

non so perchè cavolo alcune foto vengano rovesciate. Vi garantisco però che Herr Pruefer, per quanto i tedeschi siano strani, non faceva lezione a testa in giù grande sorriso

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 29 marzo 2017, 14:25
 

Oggi altra serie di lezioni, circa 4 ore, al mattino in un mega istituto che ospita più di 2200 stuidenti. C'è il ramo tecnico, la grammar school che è una specie di liceo (ma qui è tipo liceo tecnologico) e il professionale. Quasi tutti gli studenti tendono a prendere la maturità (Abitur) per accedere all'università. L'università pubblica è praticamente gratis, poi gli studenti che lavoreranno restituiranno qualcosa allo stato per gli studi sostenuti. Anche in Inghilterra succede qualcosa del genere.

La prima lezione è stata estremamente interessante. Era di inglese e gli studenti erano decisamente bravi, a un livello di circa B2 (dovrebbero raggiungere il C1 l'anno prossimo). Quelli di ieri al professionale, invece, non spoccicavano parola o quasi. La prof è stata molto gentile, ci ha fatto interagire con loro e scambiare informazioni sul sistema scolastico reciproco, su quello che intendono fare dopo le superiori, sulle materie che studiamo qui e quelle che fanno loro. Questi direi di sì, erano decisamente più bravi e più fluent dei nostri.

Poi chimica (di cui la foto), con lezioni tradizionali, gesso e lavagna sostanzialmente. Poca spiegazione, molti tempi morti, qualche esercizio da fare in classe.

Cosa curiosa: i bidelli mancano quasi del tutto. I ragazzi sono molto silenziosi sia in classe che fuori... il tutto sembra più un'università che non una delle nostre chiassose scuole. Ma a far lezione siamo migliori noi


Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 29 marzo 2017, 14:13
 

Qui il grande sovrano del passato è Augusto II di Polonia (1670-1773), grande elettore di Sassonia e poi cattolico. Castello stive Versailles e "promenade" fuori dalla sua residenza: sono più di 10.000 piastrelle di porcellana che sembrano un grande arazzo. pare che costui abbia importato in Europa la prima grande fabbrica di porcellana e che ne producesse di preziosissima.

La seconda foto è l'Elba. il fiume che taglia la città



Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 29 marzo 2017, 14:08
 

Nella zona vecchia della città, accanto ai vecchi monumenti ricostruiti pietra su pietra, c'è questo curioso movimento anti-bellico, con tre pullman in verticale per ricordare quanto fu fatto in Siria contro i raid aerei. Ci dicono che settimanalmente o quasi ci sono accesi dibattiti tra chi vuole che questo monumento resti a testimoniare le <atrocità della guerra e chi vorrebbe eliminarlo perchè esteticamente orrendo


Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - martedì, 28 marzo 2017, 22:23
 

ieri passeggiata per il lungofiume e la città vecchia, che è stata interamente ricostruita, pietra su pietra, recuperando il più possibile il materiale originale, visto che alla fine della " guerra mondiale la città è stata quasi interamente rasa al suolo... eccomi su un monumento alla terra e al sistema solare


Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - martedì, 28 marzo 2017, 15:06
 

Grazie Terry! non so perchè le foto si sono caricate alla rovescia... già le faccio col cellulare e devo ridurle perchè sono troppo grandi, poi spedirmele... ora provo a farle col tablet che le ho impostate per farle piccole sorridente

Anyway... oggi visita e assistenza a lezioni nell'altro plesso della scuola, un istituto professionale per il diritto e l'economia. Ho assistito a una lezione di inglese legale e commerciale (che noia!) fatta più in tedesco che in inglese perchè il livello degli studenti era molto basso. Fatture, clienti... una palla.

Quella di ieri era invece molto più interessanti... ma sono lezioni laboratoriali, non frontali... il che vuol dire che l'insegnante fa poco e nulla, spiega pochissimo, assegna i compiti e lascia che gli alunni facciano da soli in 10-15 minuti. Passasse almeno tra i banchi... no! se ne sta tranquillamente alla cattedra con le mani in mano, per poi far leggere a ciascuno quello che ha fatto.

Il tutto con dei vantaggi notevoli: un insegnante della mia età guadagna circa 2800 euro netti e a 55 anni può fare un'ora in meno alla settimana per lo stesso stipendio. A 60 anni 2 ore in meno. E naturalmente può andare in pensionemalvagioarrabbiato

Gli studenti sono silenziosi... ci hanno praticamente detto che le 2 giornate alla settimana che passano a scuola sono di tutto riposo, alle 3 hanno finito e hanno il pomeriggio davanti. Niente compiti. Gli altri giorni se ne vanno in azienda. A lavorare.

La scuola non ha la connessione wireless... o meglio ce l'ha, ma è talmente lenta che è come non l'avesse. Quella di oggi, dico... quella di ieri non l'aveva affatto.

Se posso metto qualche foto

Immagine Teresa Ducci
Re: DRESDEN, Deutschland
di Teresa Ducci - martedì, 28 marzo 2017, 11:02
 

Paola, sarà sicuramente un'esperienza da sballo. Dresda è bella ed interessante. io ci sono stata l'estate scorsa sorridente

 Buon tutto sorridente

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - lunedì, 27 marzo 2017, 14:24
 

Le aule e i laboratori sono belli, non c'è che dire...però manca la connessione wireless, quindi... ci credereste? niente registro elettronico, tutto cartaceo! Almeno in una cosa noi siamo più progrediti grande sorriso

Le lezioni durano in media 45 minuti, e quando ce ne sono 2 attaccate si fa 1h e mezza. Le campanelle non suonano, o meglio, ne suonano solo poche, la prima alle 7.30 quando iniziano le lezioni. Dopo le prime 3 h ci sono 20 minuti di intervallo e le lezioni continuano anche nel pomeriggio.

Gli insegnanti fanno 26 moduli da 45 minuti la settimana, ma hanno delle salette a disposizione che noi ce le sogniamo! tavolini privati e persino una cucina per farsi da mangiare o scaldarsi la roba linguetta



Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 26 luglio 2017, 12:16
 

Ci è stato spiegato il sistema scolastico tedesco, che prevede l'obbligo fino a 16 anni con 4 anni di elementari, 2 di "medie" o scuola di orientamento e poi sostanzialmente 2 opzioni, o il Gymnasium per gli studi più elevati e l'accesso all'università, e le scuole tecnico-professionali. Per essere ammessi al Ginnasio occorre avere voti alti, o sostenere un test. 

Gli studenti delle professionali, che durano in genere 3 anni, vanno a scuola 2 gg alla settimana per i primi 2 anni e 1 giorno nell'ultimo anno, trascorrendo in azienda gli altri giorni. Però vengono pagato come se facessero un apprendistato, che è in effetti quello che fanno. Altro che alternanza scuola-lavoro!

La scuola che ci ospita ha un corpo centrale professionale, dove insegnano lavori d'ufficio (banca, assicurazione, assistenza legale ecc), poi una succursale e un ginnasio.

Le aule sono molto belle... e come al solito sono gli studenti a spostarsi, non i docenti



Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - lunedì, 27 marzo 2017, 13:58
 

Un direttore di dipartimento - che non è il megaboss a quanto ho capito - ha fatto gli onori di casa, ma siccome non parlava l'inglese è venuta una giovane insegnante di inglese a fare da interprete. La cosa più curiosa che ho scoperto su di lei è che non insegna solo inglese, ma anche geografia ed educazione fisica, cosa da noi impensabile. Presentazioni, saluti eccetera. C'erano anche altri 2 docenti di diritto che ci accompagneranno in questi giorni. qui il gruppo più o meno al completo.


Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - lunedì, 27 marzo 2017, 13:55
 

Stamattina sveglia all'alba e un caffè annacquato in una pasticceria dove la roba sembra di plastica, tanto è bella, e forse lo è... non oso pensare a quante calorie contenga un morso di quelle torte o brioches che ho guardato con occhi vogliosi e lacrimosi sorbendo il mio watery coffee che sapeva di brodo tostato (l'avete mai assaggiato il brodo tostato? io no, chissà come mi è venuta questa...). Comunque, alle otto meno un quarto c'era l'appuntamento a scuola e lì siamo andati, in una mattina fresca e tersa e con zero traffico nelle strade. Ci hanno ricevuto in presidenza, attorno a una bella tavola con qualche piccolo gadget: una penna, un pulisci schermo del cellulare, una guida della città.



Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - lunedì, 27 marzo 2017, 13:49
 

grazie! sorridente... già ieri sera ho avuto qualche perplessità, in camera, su quale cuscino usare! grande sorriso


Immagine Filomena Moccaldi
Re: DRESDEN, Deutschland
di Filomena Moccaldi - lunedì, 27 marzo 2017, 10:18
 

In bocca al lupo per tutto!

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - lunedì, 27 marzo 2017, 06:23
 

L'aeroporto di Monaco è bellissimo, grande che sembra una città, ipertecnologico e ipermoderno. Starci tre ore comunque è un po' troppo, ma tale era il volo. Scalo a Monaco e attesa. Vabbè. Poi ci hanno spostato il gate, per cui abbiamo dovuto fare una bella scarpinata e poi prendere un trenino che nemmeno al luna park, e finalmente il volo per Dresda, su un aereo piccolo che sembrava quello di Paperino.

Vi metto qualche foto dell'aeroporto di Monaco e... del bagno della mia camera... carino, pulito, moderno, invitante... ma senza bidet! Ci avrei giurato, comunque! Quell'aggeggio meraviglioso è prerogativa solo italiana. grande sorriso

Stamattina appuntamento alle 7.45 al meeting point, che sarebbe la sede della scuola ospite, il cui altisonante nome tedesco suona Berufliches Schulzentrum fuer Wirtschaft, un istituto professionale economico. Ergo, sveglia all'alba triste e avanti marsch!




Immagine Lucia Bartoli
Re: DRESDEN, Deutschland
di Lucia Bartoli - domenica, 26 marzo 2017, 21:01
 

Buon viaggiogrande sorriso

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - domenica, 26 marzo 2017, 15:05
 

Sono in aeroporto, aspetto il mio compagno di viaggio per il check in. È una bella giornata, ma dicono che lassù farà freddo, soprattutto la mattina e la sera. Vabbè...  Lo so che stasera morirò di sonno perchè non ho dormito gran che e ci mancava l'ora legale...e ci ho pure la mia età, ci ho!  Fate finta che ci sia una faccona sghignazzante che col cellulare mi fa fatica....

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - domenica, 26 marzo 2017, 11:44
 

Allego un po' di materiale tanto per poterlo reperire con facilità. Ecco il programma. Devo ricercarmi il pdf del progetto nostro che si chiama D:E:L:T:A


Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 22 marzo 2017, 21:31
 

oh yezzzzzzz... lassen die Sorgen zu Haus.....

Vabbè, sto cominciando a pensare alla valigia perchè normalmente ci penso tre o quattro giorni prima. Ho stampato un itinerario di viaggio anche per andare dall'aeroporto all'albergo, tenendo conto che arriveremo alle 11 di sera. Viaggio con un collega di un'altra scuola e lassù ci incontreremo con gli altri, 6 persone in tutto, di cui 2 della provincia di Genova, 2 di La Spezia e 2 di Imperia. Liguria ueber alles. Cavoli, sulla mia tastiera l'Umlaut non c'è.

Pare che i Tedeschi abbiano mezzi pubblici che funzionano in cielo, in terra e in ogni luogo, quindi verosimilmente troveremo il pullman e lo Strassenbahn, che è semplicemente un tram, gli stracci non c'entrano grande sorriso. I Tedeschi hanno la facoltà ineffabile di chiamare in modo difficile anche le cose più semplici. Li invidio un po', per questo. A dire il vero li invidio anche per altre cose, ma lasciamo stare.linguetta Noi una volta avervamo l'omnibus, che suonava così bene. Poi ci hanno detto che il latino non fa più tendenza. Amen.

Abbiamo un bel programma, che prevede anche trekking l'ultimo giorno. Wow! Mi risulta che Dresda sia nella pianura più piatta, praticamente l'anticamera della Polonia grande sorriso... e fanno trekking grande sorriso grande sorriso grande sorriso... chissà, magari hanno anche le montagne AlpenliebeVollgemeineAuskunftpartei grande sorrisogrande sorrisogrande sorriso... già mi vedo come gli Sturmtruppen a scarpinare su e giù per... le scale di una scuola! grande sorriso

Scherzi a parte, il programma è davvero carino: prevede tirocinio e frequentazione della scuola la mattina e visite guidate della città il pomeriggio. La città deve essere interessante.

Abbiamo il programma anche in versione tedesca, casomai....linguetta

Intanto ho finito il corso di powerpoint ai colleghi, rimiravano le loro diapositive interconnesse e balzellanti di animazioni che facevano tenerezza a vederli sorridente

Immagine Teresa Ducci
Re: DRESDEN, Deutschland
di Teresa Ducci - venerdì, 10 marzo 2017, 12:02
 

Sono sicura che te la va verso alla grande sorridente

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 8 marzo 2017, 14:40
 

Al momento mi sto documentando su tutto lo blablabla che dovremo fare, leggere, compilare eccetera. Meno male che il digitale doveva servire a sfrondare le scartoffie e ad abolire il cartaceo! grande sorriso grande sorriso triste... credo che invece dovremo tornare a coltivare il papiro, santa pianta, perchè la burocrazia ci soffoca. Insomma, sarà dura da fare paura ma noi intrepidi e imperterriti ce la faremo... soldier on, avanti marsch, tira dritt... eccetera grande sorriso

Con i tedeschi, poi, non si scherza grande sorriso

Il progetto, alla fin fine, è destinato alla diffusione di buone pratiche digitali nella scuola. Vabbè... per questo, dovrei essere io a far fare un po' di jobshadowing a qualche collega straniero grande sorriso grande sorriso grande sorriso. Certo, le attrezzature all'estero saranno migliori assai. Certo, i laboratori saranno dotati di hardware e software, non come quello della mia scuola che è nuovo di pacca e mi avevano assicurato completo di tutto, ma quando ho dovuto fare ai colleghi il corso su powerpoint ho scoperto che office non c'era...grande sorriso... e quindi manco powerpoint! tristearrabbiato... e allora su cosa facciamo il corso? eh... c'è open office, no? Peccato che io non lo conosca, è tutto diverso e mooooooolto più povero, e i colleghi a casa hanno powerpoint. Vabbè. Cambiamo laboratorio, andiamo nell'altro che powerpoint c'è ma i computer sono di quelli che vanno a carbone. Fumano, persino. C'è anche un pc collegato a un videoproiettore, che bello, così posso far vedere i passaggi senza sgolarmi o spiegare uno per uno. Peccato che il ppt nel ps collegato al vp sia una versione diversa da quella che è su tutti gli altri pc, così i colleghi non capiscono niente perchè non ci si ritrovano con i pulsanti.

Buone pratiche. Buonissime grande sorriso grande sorriso grande sorriso

Ma l'importante è dargli l'input, fargli venire la voglia... e questa c'è, su questo lato funzioniamo. Siamo Italiani, siamo degli entusiasti linguetta. Vi farò sapere delle prossime lezioni, ne ho ancora 2 da fare prima di partire...

Immagine Paola Lerza
Re: DRESDEN, Deutschland
di Paola Lerza - mercoledì, 1 marzo 2017, 08:07
 

Ciao Riccardo, facci sapere!

Così mi sento e così diverrò, probabilmente...
Re: DRESDEN, Deutschland
di Riccardo Infantino - martedì, 28 febbraio 2017, 21:07
 

Ciao a tutti voi; credo che avròa che fare con Erasmus + sia pure in modo indiretto: le colleghe che partecipano al progetto mi hanno detto che i materiali dell'Erasmus andrebbero condivisi su piattaforma Moodle...e dato che grazie a ForumLive ho imparato a pasticciare con questo CMS proverò ad installarlo sul sito della mia scuola.
Speriamo tutto funzioni!
A presto

Immagine Maria Lidia Locci
Re: DRESDEN, Deutschland
di Maria Lidia Locci - lunedì, 27 febbraio 2017, 16:55
 

Bello!!! Sono sicura che sarai proficua come sempre, il lavoro non ti ha mai spaventato  e non starai all'ombra! sorridente

Immagine Teresa Ducci
Re: DRESDEN, Deutschland
di Teresa Ducci - domenica, 26 febbraio 2017, 21:28
 

Benssiimo Paola. Ho visitato Dresda la scorsa estate e ne vale la pena. Sarà sicuramente un'esperienza bellissima Sì