Forum caffé

 
 
Immagine Sonia Solomonidis
Re: nuove indicazioni ( 2012 )
di Sonia Solomonidis - venerdì, 13 dicembre 2013, 17:52
 

Riprendo un vecchio intervento di Marisa:

 

So le tabelline, faccio i calcoli a memoria, ma se mi dai un problema non so da che parte cominciare -----> conoscenza

Non so le tabelline e nemmeno i teoremi, ma faccio benissimo i miei conti per la pratica (tipo negoziante)---->abilità

So fare bene i conti e conosco le procedure aritmetiche, so quali teoremi o processi applicare di volta in volta e ne comprendo le ragioni --------->competenza

 La risoluzione di un problema è una competenza perchè prevede la creazione di un processo all'interno del quale le conoscenze acquisite vengono applicate attraverso una attribuzione di senso, un ragionamento.

Le conoscenze sono informazioni alle quali abbiamo attribuito un senso dentro di noi (cioè una acquisizione di informazioni che ci siamo spiegate)

Le abilità rappresentano una applicazione abbastanza meccanica di informazioni. Non concordo con l'esempio di Marisa, il praticone non conosce le tabelline ma conosce il senso delle addizioni e dunque lo applica per fare i suoi conti! Anche questa è una competenza! Possiamo dire che è una competenza minima, ma competenza è: avvia consapevolmente un processo per risolvere un problema!

La competenza è indubbiamente la capacità di avviare un processo complesso per la scuola media, ed ancor più per la scuola superiore, ma il principio vale anche per le elementari. Io sono convinta che i nostri antichi "obiettivi" siano le competenze: capacità di analizzare, di sintetizzare, di tradurre, di leggere e comprendere, di scrivere, di far di conto..... 

Per la serie... niente di nuovo sotto il sole ma ATTENZIONE: ci si chiede oggi la  misurazione del livello a cui sono arrivati i ragazzi rispetto agli obiettivi, cioè una valutazione della qualità di un intero processo, non di una singola operazione. Questo è almeno quello che ho capito io!